Blog

LA MAGIA DEL ROSETO COMUNALE

Visitai la prima volta in il roseto comunale all’età di 8 anni. Frequentavo la terza elementare e con la classe ci recammo in gita lì. In realtà la gita altro non era che una camminata di cinque minuti, dal momento che la nostra scuola si trovava proprio sull’Aventino.

Rimasi incantato all’istante da quel posto magico. Ricordo le corse con i miei amichetti tra quei viali in fiore che al tempo mi sembravano lunghissimi. E poi i mille colori delle tantissime rose e quei profumi inebrianti che ti avvolgevano al passaggio.

Da quella mattina di poco più di 30 anni fa sono puntualmente tornato al roseto ogni primavera. Quei viali che al tempo mi sembravano lunghissimi si sono piano piano ridimensionati nella mia percezione, ma la magia no; quella è rimasta sempre intatta.

Il roseto comunale è un luogo poco conosciuto ai turisti e financo ai romani. Si ha la possibilità di visitarlo una volta l’anno per circa due mesi, vale a dire da fine aprile ad inizio giugno, quando le rose sono nel loro massimo splendore.

L’ingresso è gratuito e mentre si passeggia per il giardino si domina il Circo Massimo con il colle Palatino alle sue spalle. Ho sempre considerato l’Aventino il quartiere più bello di Roma. Sicuramente l’averci trascorso gli anni della mia infanzia ha un suo peso nel giudizio ma sono certo che chiunque converrebbe con me se solo scoprisse le meraviglie che si nascondo al suo interno: dal giardino degli aranci alle sue meravigliose chiese (S.Sabina, S.Prisca, S.Alessio), dalla famosa fessura in cui scorgere S.Pietro ai suoi viali ombreggiati e silenziosi. Il roseto comunale rappresenta sicuramente il fiore all’occhiello di questo colle storico di Roma.

Le due aree del roseto, divise tra loro da Via di valle Murcia, coprono una superificie di circa 10.000mq e ospitano al loro interno oltre 1000 specie di rose, suddivise tra rose botaniche, rose antiche e rose moderne. Anche se non si è esperti di rose, è impossibile rimanere impassibili davanti a tanta bellezza.

Il roseto comunale si può raggiungere dal Bed and Best scendendo alla fermata Circo Massimo della metro B. Il nostro consiglio spassionato è di associare la visita ad una passeggiata di un paio d’ore per il colle Aventino.

Leave a Comment

× How can I help you?